Due innamorati sono i protagonisti di "Un giorno" di David Nichols, una storia fatta di incontri fatti una volta l'anno di due che si appartengono ma non riescono a stare insieme

Un giorno, David Nicholls – È tutta questione di un attimo!

5 mins read
Start

Cogliere l’attimo in cui comunicare tutto il nostro amore è una questione di tempismo. Se questo attimo viene perso, potrebbe non capitare più oppure rimanere latente per anni prima che si ripresenti un’altra occasione. Questo è il succo di questo romanzo romantico, struggente e appassionante dalla prima pagina fino all’ultima. A dirla tutta, io non avrei inserito l’ultimo blocco, ma questo è un mio modo di vedere e non vi posso spiegare il perché, se non rivelandovi particolari che ve ne rovinerebbero la lettura, ce lo ridiremo, quando e se l’avrete letto.

Una vita per incontrarsi una volta l’anno

Cogliere l'attimo in cui comunicare tutto il nostro amore è una questione di un attimo. Il libro di David Nichols, Un giorno, racconta tutti questi attimi che si sono svolti ogni anno nella vita dei suoi protagonisti

Questo libro, che difficilmente sarebbe finito nelle mie letture a causa della sua notorietà (non leggo solitamente i “casi letterari” nel momento in cui lo sono, non c’è una ragione specifica, però non sono attratta dai libri della categoria “ma ancora non l’hai letto?”),  è stato acquistato perché sono rimasta molto colpita dalla recensione di Federica Frezza
Il libro è costruito in blocchi, di solito 10 anni, e in capitoli che hanno come titolo il “15 luglio” a partire dal 1988 anno in cui, Emma e Dexter i protagonisti di questo romanzo, si incontrano. Ogni anno, non solo racchiude quel che succede in quel giorno, ma, con abili mosse, descrive quello che in quel “15 luglio” si celebra.

È scritto in maniera impeccabile e delle volte si ha veramente difficoltà a metterlo giù. È scorrevole e non ha le pretese di essere denuncia o altro, è solo un romanzo che racconta di vite di due amici, prima che amanti, che si amano e si rincorrono nel tempo. Sono schermaglie amorose, quelle che fanno si che le donne, anche se non vogliono ammetterlo diventino irritanti per amore e che gli uomini abbiano bisogno di enormi cartelli per rendersi conto che quel che a loro pare un’amica speciale “conlaqualemitrovotantobeneeperchéquindirovinarequestacosa”, ovvero quelle che non rientrano nella categorizzazzione “gli uomini non possono essere amici delle donne”, è anche altro e forse è l’unico amore possibile.

Una storia dei giorni nostri

Quel che è il pregio è forse quello di riuscire a descrivere perfettamente amori, desideri, sconfitte e realizzazioni di vite vissute nel nostro contemporaneo. Em e Dex sono laureati nell’88 e quindi sono nostri contemporanei e la storia si protrae fino ai giorni nostri, potranno avere abitudini differenti da noi perché vivono a Londra invece che a Roma o a Milano, ma in fondo è una storia che si può seguire con estrema facilità perché si appoggia su anni che noi conosciamo perfettamente e che abbiamo vissuto, guerre e manifestazioni amori e dubbi compresi.  

Altra pregevole caratteristica è questa continua contrapposizione che viene mantenuta sia parlando sia dal punto di vista di Em che da quello di Dex e che si ritrova nelle varie situazioni che li vedono coinvolti, non solo nei pensieri. Il ritmo è costante e quando siete alla fine vi ritrovate spiazzati un po’ per la storia, un pò perché leggendolo, come anche dice Federica, vi parrà di conoscere veramente entrambi i protagonisti e i loro amici e quindi chiudendolo vi sembrerà di dire addio a delle persone conosciute, anche se questo saluto è lieve perché direttamente l’autore dedicherà a tutti un piccolo spazio per congedarsi.

Un libro che magari non sarà eterno

E’ un libro che probabilmente perderò nella trama, nel tempo, in fondo è uno di quei libri che leggi e che rappresentano momenti nella vita di qualsiasi persona ma dei quali mi rimarrà la sensazione di curiosità e di affetto avuta nei confronti dei protagonisti per i quali si fa il tifo fino all’ultima pagina.

Per la particolare costruzione della trama e la scrittura estremamente scorrevole, è un libro che consiglio a tutti e che potrei anche regalare. Non ha destinatari specifici perché è una storia universale e mai sdolcinata, quindi non rischierete di essere definiti “romanticoni”, ma sicuramente è un ottimo esempio di letteratura contemporanea che si differenza dalla massa in voga oggi.

Buone letture,
Simona Scravaglieri

Un giorno
David Nicholls
Neri Pozza Editore, ed. 2010
Collana “Bloom”
Prezzo 18,00€

Simona Scravaglieri

Accumulatrice seriale di libri, amante di quelli particolarmente vecchi, continua ad avere una sola libreria organizzata di libri letti. Le altre? Che sia il caso a decidere che cosa leggerà di nuovo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Previous Story

"Il professore di desiderio." Philip Roth - Io sono in quanto desidero...

Previous Story

Filosofia per dame, Maurizio Ferraris - la filosofia "take-away"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: